Loading color scheme

Videosorveglianza

La videosorveglianza, grazie anche alla tecnologia presente sul mercato e costantemente in evoluzione, viene sempre più utilizzata sia nel privato che in azienda. Il privato installa telecamere per tutelare la proprietà privata e come deterrente a eventuali accessi di persone malintenzionate; l'azienda installa sistemi di videosorveglianza per preservare il proprio patrimonio, per ragioni organizzative e/o di sicurezza sul lavoro.

Installare un impianto di videosorveglianza è alquanto semplice, ma il suo utilizzo sconsiderato potrebbe ledere i diritti e le libertà dei soggetti ripresi.

Svariate normative a livello Europeo, Nazionale, ma anche Locale disciplinano l'utilizzo e l'installazione di tali sistemi.

Il Garante della privacy ha elaborato recentemente un vademecum che contiene tutta una serie di notizie utili da utilizzare prima, durante l'installazione e nella gestione di un sistema di videosorveglianza.

Fondamentale, al termine dell'istallazione dell'impianto, è l'informativa agli interessati; tale attività si concretizza nella maggior parte dei casi nell'installazione di apposita cartellonistica, come quella realizzata dal Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB) che riportiamo in allegato.

Si ricorda che l'installazione di un Sistema di Videosorveglianza all'interno di una Azienda, che potrebbe inquadrare l'attività dei lavoratori, ai sensi dello Statuto dei lavoratori (legge 300/70) deve essere autorizzato preventivamente tramite o un Accordo Sindacale con le RSU presenti, oppure in caso di mancanza delle RSU o di mancato accordo con le stesse, tramite presentazione di apposita istanza all'Ispettorato Nazionale del Lavoro.

In caso di necessità non esitate a contattarci al 0422.730087 oppure inviando una mail a info@crsconsulenza.it

Vademecum Garante 

Segnaletica